NEWS - Confagricoltura Costa Toscana V17

Vai ai contenuti

Bando attuativo Aiuto all'avviamento di

Confagricoltura Costa Toscana V17
Pubblicato da in Grosseto · 7 Gennaio 2020
Il Bando “Aiuto all’avviamento di imprese per giovani agricoltori - Pacchetto Giovani - annualità 2019” è stato pubblicato sul BURT n. 1 – parte terza del 02/01/2020 con decreto dirigenziale n. 21112 del 19 dicembre 2019.
La domanda di aiuto deve essere presentata utilizzando la modulistica presente sull'anagrafe ARTEA (www.artea.toscana.it) a partire dal 03.02.2020 ed entro le ore 13:00 del 16 marzo 2020.
Dotazione finanziaria € 18.000.000
Psr Feasr 2014-2020
Bando
"Aiuto all'avviamento di imprese per giovani agricoltori - Pacchetto Giovani, annualità 2019"
Scadenza
Il bando scade il 16 marzo 2019
A chi si rivolge
Giovani agricoltori tra 18 e 40 anni che si insediano per la prima volta in qualità di capo azienda
Opportunità
Fino a 40.000 € a fondo perduto per iniziare l'attività
Fino al 60% di contributo a fondo perduto sugli investimenti
Come partecipare
La domanda si presenta sul portale di ARTEA (www.artea.toscana.it)

Leggi il bando completo
Decreto n. 21112 del 19 dicembre 2019
Bando (Allegato A al decreto)
Finalità del bando
Il bando "Aiuto all'avviamento di imprese per giovani agricoltori - Pacchetto Giovani - 2019" è finalizzato a favorire il ricambio generazionale nel settore agricolo.
Il bando consente al giovane di ottenere un premio per l'avviamento dell'attività agricola e contemporaneamente di ricevere dei contributi agli investimenti finalizzati all'ammodernamento delle strutture e dotazioni aziendali e alla diversificazione delle attività agricole.
Punti salienti del bando
Soggetti ammessi a presentare la domanda di aiuto.
Per poter accedere al "Pacchetto giovani", i giovani agricoltori che si insediano per la prima volta in una azienda agricola, in forma singola (ditta individuale) o associata (società di persone, società di capitale e cooperative agricole di conduzione), al momento della presentazione della domanda di aiuto devono:
-         avere un'età compresa tra i 18 anni ed i 40 anni (41 non ancora compiuti);
aver preso per la prima volta la partita IVA come azienda agricola (individuale, società, cooperativa) nei 24 mesi precedenti alla presentazione della domanda di aiuto;
-         presentare un piano aziendale per lo sviluppo dell'attività dell'azienda agricola;
-         possedere conoscenze e competenze professionali adeguate impegnandosi a diventare IAP (imprenditore agricolo professionale) entro la data di conclusione del piano aziendale;
-         diventare "agricoltori attivi" (art. 9 Reg. UE 1307/13) entro 18 mesi dalla data di sottoscrizione del contratto per l’assegnazione dei contributi;
-         insediarsi in un'azienda agricola che al momento della presentazione della domanda ha la potenzialità di raggiungere una dimensione espressa in termini di Standard Output (SO) non inferiore a 13.000 euro e non superiore a 190.000 euro.
Entità del finanziamento
Premio di primo insediamento. Il finanziamento prevede un premio di primo insediamento che ammonta a 30.000 euro a fondo perduto per ciascun giovane che si insedia, con aumento a 40.000 euro nel caso di insediamento in aziende ricadenti per almeno il 95% della SAU in aree montane ai sensi del comma 1 lett. A)dell’art. 32 del reg. (EU) n. 1305/2013 e smi.
In caso di insediamenti plurimi sono erogati fino ad un massimo di quattro premi con la presentazione di un unico piano aziendale.
Contributo sugli investimenti.
E' inoltre previsto un contributo a fondo perduto sugli investimenti da realizzare, attraverso l'attivazione obbligatoria di almeno uno fra i tipi di operazione:
4.1.2 "Investimenti in aziende agricole in cui si insedia un giovane agricoltore"
4.1.5 " Incentivare il ricorso alle energie rinnovabili nelle aziende agricole"
6.4.1 " Diversificazione delle aziende agricole"
Per accedere al premio e al contributo sugli investimenti è necessario che ciascun giovane che si insedia faccia investimenti per almeno 50.000 euro sulle sottomisure complessivamente attivate.
La sottomisura 4.1 riconosce un sostegno agli investimenti riguardanti le attività di produzione, di trasformazione e di commercializzazione dei prodotti appartenenti all'allegato I del trattato UE e nello specifico:
        Acquisto di terreni (solo fino ad un max del 10% del totale degli investimenti.
        Costruzione e/o ristrutturazione di fabbricati produttivi aziendali
        Interventi di efficientamento energetico
        Rimozione e smaltimento di coperture e parti in cemento amianto secondo le norme vigenti
        Realizzazione e/o ristrutturazione di strutture per lo stoccaggio e per il trattamento degli effluenti palabili e non palabili degli allevamenti
        Realizzazione e/o miglioramento di strutture per lo stoccaggio e per il trattamento delle acque riciclate
        Miglioramenti fondiari
        Dotazioni aziendali
        Contatori per la misura dei volumi idrici compresi i contatori al prelievo di acqua
        Cartelloni poster e targhe per azione di informazione e pubblicità ai sensi del reg. di esecuzione (UE) n. 808/2014
e per impianti tecnologici finalizzati alla produzione di energia derivante da fonti rinnovabili, limitatamente per il fabbisogno energetico dell'azienda.
La sottomisura 6.4 intende incentivare gli investimenti per la diversificazione delle aziende agricole finanziando interventi di qualificazione dell'offerta agrituristica, per attività sociali e di servizio alle comunità locali, di agricampeggio, di fattorie didattiche, di svago e ricreative.
Percentuali di contribuzione delle sottomisure attivate
Sottomisura 4.1:
50% per tutti gli investimenti, con maggiorazione del 10% per investimenti realizzati in aziende ricadenti per almeno il 95% in aree montane;
Sottomisura 6.4:
50% per tutti gli investimenti con una maggiorazione del 10% in caso di investimenti realizzati in aziende con superficie condotta che ricade per almeno il 95% in zona montana.
Minimali e massimali
L'importo massimo del contributo pubblico concedibile per le sottomisure attivate (4.1 e 6.4) per ogni giovane che si insedia, non può essere superiore a 70.000 euro.

Per ciascuna delle singole sottomisure attivate l'importo minimo del contributo concedibile è pari a 5.000 euro.
Il Piano aziendale
Al momento della presentazione della domanda di aiuto, il richiedente deve presentare un piano aziendale della durata massima di 30 mesi. Il piano aziendale deve contenere le seguenti informazioni:
descrizione del soggetto richiedente con indicazione, nel caso di società, dell'elenco dei giovani agricoltori che richiedono il sostegno
capacità professionale ed eventuale fabbisogno formativo di ciascun giovane
piano colturale e calcolo dello Standard Output (SO)
descrizione degli investimenti con riferimento alle sottomisure attivate
descrizione della situazione iniziale dell'azienda agricola
descrizione degli obiettivi e delle tappe essenziali per lo sviluppo delle attività dell'azienda
descrizione delle azioni per lo sviluppo delle attività dell'azienda con riferimento al piano degli investimenti e alle azioni inerenti la sostenibilità ambientale e l'efficienza delle risorse
prospetti economico-finanziari (fonti di finanziamento e conto economico previsionale)
Dotazione finanziaria del bando
18 milioni di euro per l'anno 2019.
I criteri di selezione
Una volta presentata la domanda di aiuto verrà stilata una graduatoria.
Per entrare in graduatoria, oltre al rispetto dei requisiti minimi di accesso, la domanda di aiuto deve aver ottenuto almeno 5 punti.
I macro criteri utilizzati per l'assegnazione del punteggio sono:
-tipologie di territorio in cui ricadono le Unità Produttive (UP)
-presenza di giovane che si insedia di genere femminile
-settori/attività prioritari dell'azienda

Le domande che entreranno in graduatoria e che risulteranno ammissibili, verranno finanziate sulla base delle risorse a disposizione.
Scadenza e presentazione della domanda
La domanda di aiuto deve essere presentata utilizzando la modulistica presente sull'anagrafe ARTEA (www.artea.toscana.it) entro il 16 marzo 2019 (ore 13.00).
Al momento non sono disponibili i moduli per la presentazione della domanda.
Nei prossimi giorni verrà organizzato un incontro con tutti gli interessati.
Per informazioni rivolgersi ai nostri uffici dal giorno 08 c.m..

Paolo Rossi
Direttore



© 2017 Tutti i Diritti Riservati
+39 0564 438601

Web Developer Orsola Vigorito
Torna ai contenuti